Archivio per Categoria Articoli

DiDr. Aleo

COMPOSIZIONE CORPOREA

 

Per definire in modo corretto lo stato di forma di un individuo, occorre chiaramente analizzare la composizione corporea, stimare cioè la percentuale di Massa Magra (peso di tutto cio’ che non è grasso: apparato scheletrico, organi, muscoli, ecc) nonché la quantità di liquidi (valutare dunque qual è l’acqua da consigliare, se è necessario un drenante ecc.) e la percentuale di Massa Grassa, è l’unico modo per definire il peso ideale. Per valutare le percentuali di tali “compartimenti corporei” esiste una metodica veramente attendibile e valida (numerose sono le pubblicazioni scientifiche a supporto): la bioimpedenziometria (BIA).

 

Che cos’è la BIA

Si tratta di una tecnica del tutto indolore che si esegue applicando quattro elettrodi cutanei: una coppia sul dorso della mano e una coppia sul dorso del piede. I cavetti dell’analizzatore sono collegati con pinzette agli elettrodi che iniettano un impulso di corrente alternata a 50 kHz d’intensità, innocua per i tessuti (400 mA).

Con la bioimpedenziometria, dunque si da precedenza alla qualità corporea piuttosto che alla quantità, questo perchè il benessere e lo stato di forma di un individuo derivano principalmente dal corretto equilibrio idro-elettrolitico, ovvero dalla normoidratazione associata a una buona massa muscolare e infine da una modesta quantità di massa grassa.

 

Vantaggi

Attraverso la bioimpedenziometria è possibile:

– discriminare durante la perdita di peso, se sta diminuendo la Massa Grassa o più semplicemente i liquidi corporei o entrambi;

– valutare la quantità di massa muscolare in funzione di una adeguata alimentazione e un’ attività sportiva finalizzata alla tonificazione muscolare (si assiste in tal caso ad un aumento di peso , ma di qualità);

– giustificare, il perchè dopo un allenamento costante nel tempo, l’ago della bilancia stenta a scendere ma le circonferenze (vita, fianchi) diminuiscono (aumento massa muscolare e diminuzione massa grassa).

 

Analisi composizione corporea pluricompartimentale con Analizzatore Impedimed DF50

L’analisi della composizione corporea diventa importante se permette di valutare le variazioni dei vari compartimenti nelle diverse condizioni.
Ad esempio riguardo i fluidi corporei, la sola valutazione della TBW (Acqua totale) non fornisce informazioni specifiche sulla variazione della composizione corporea. Informazioni dettagliate sullo stato di salute possono essere ottenute solo quando vengono analizzati i compartimenti Intra ed Extracellulari della FFM (massa magra) quali ICW Fluidi Intracellulari, ECW Fluidi Extracellulari quindi la relativa componente metabolicamente attiva che è la BCM Massa cellulare. I Fluidi Extracellulari aumentano in diversi stati patologici e l’edema solitamente è uno dei segnali più comuni.
Anche i valori dei fluidi intracellulari ICW (ICF) subiscono variazioni come ad esempio nella fase iniziale di patologie cardiache, renali ecc..

3COMP_BCM

 

Quando un soggetto perde peso che cosa perde? Perde Massa Tissutale Attiva, Fluidi Extracellulari o Adipe?

Il solo dato della FFM Massa Magra non è sufficiente per una corretta valutazione nutrizionale e dello stato fisico in generale.

cosa_si _perde

Dott. Giuseppe Aleo